Il Segretario genrale dell’Onu ha chiesto un maggior impegno per rispettare il patrimonio culturale di queste popolazioni e aiutarle a difendere la loro proprietà intellettuale

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, ha lanciato un messaggio per laGiornata internazionale dei Popoli Indigeniche si celebra oggi.  

“Dobbiamo sforzarci di più per riconoscere e rafforzare il loro diritto di controllare la loro proprietà intellettuale e aiutarli a proteggere e sviluppare il patrimonio culturale e le conoscenze tradizionali, che sono in fondo a beneficio di tutti noi”, ha ricordato il Segretario.

Oggi i popoli indigeni sono presenti in almeno 90 Paesi e, con 370 milioni di persone, rappresentano circa il 5 per cento della popolazione mondiale.

“I popoli indigeni affrontano molte sfide per mantenere la propria identità, le proprie tradizioni e.. i loro contributi culturali sono a volte sfruttati e commercializzati, con scarso o nessun riconoscimento”, ha aggiunto.

In attesa della conferenza mondiale sui popoli indigeni, che si terrà nel 2014, Ban Ki- Moon invita i Paesi a “impegnarsi a porre fine alle gravi violazioni dei diritti umani che questi popoli incontrano in molte parti del mondo”.

La Giornata mondiale dei popoli Indigeni fu stabilita nel 1994.

Annunci